Servizi

“Il servizio dei poveri deve essere preferito a tutto. Non ci devono essere ritardi.“ 

– S.Vincenzo de’ Paoli

I Gruppi di Volontariato Vincenziano hanno per scopo la lotta contro le povertà materiali e spirituali e il sostegno mirato ad arginare le cause che le determinano; l’incontro con il fratello nel suo ambiente di vita e di lavoro, la promozione umana delle persone e del famiglie in condizione di disagio.

Nascono direttamente dalle Charités fondate da San Vincenzo de’ Paoli nel 1617 che prese le mosse dalla scoperta dei bisogni individuali primari, dall’urgenza di portare loro rimedio e dalla necessità di organizzare l’aiuto per renderlo coerente ed efficace.

I servizi resi dai nostri volontari sono molteplici, ma due emergono per importanza e per specificità:

a.       La visita domiciliare che consente di conoscere la persona nella sua realtà, nel suo mondo, dove vive e dove sperimenta la sua condizione;

b.      L’ascolto presso centri o punti di ascolto, perché consente alla persona di esprimere la sua ricchezza umana, la sua unicità e, anche nel bisogno estremo, il suo valore di creatura e perché permette al volontario di instaurare una relazione di prossimità.

Da questi servizi fondamentali nascono gli altri legati alle diverse tipologie di bisogno e allo studio dei modi per superare tale condizione:

A.      Aiuti nei centri e punti di ascolto e nelle visite domiciliari.

  • Distribuzioni di pacchi viveri
  • Aiuti in denaro per utenze e simili
  • Accompagnamento per pratiche
  • Servizio guardaroba
  • Orientamento verso uffici pubblici competenti per aiuti specifici
  • Sportelli informativi

B.      Visite.

  • Visite domiciliari
  • Visite in ospedale
  • Visite in carcere
  • Visite in case di riposo

C.      Attività per i giovani e i bambini.

  • Distribuzione di alimenti per la prima infanzia
  • Distribuzione di materiale scolastico
  • Corsi di italiano per stranieri
  • Doposcuola per bambini e ragazzi
  • Centri di aggregazione giovanile
  • Baby parking
  • Soggiorni estivi

D.      Attività per l’empowerment.

  • Orientamento al lavoro
  • Sostegno per l’inserimento lavorativo
  • Laboratori di avviamento al lavoro
  • Corsi professionali di varie tipologie

E.       Azioni per garantire aiuto sanitario.

  • Consultorio
  • Distribuzione farmaci
  • Centri medici
  • Centri odontoiatrici
  • Servizi infermieristici

F.       Servizi per “senza fissa dimora”.

  • Strutture di accoglienza
  • Servizi colazione
  • Servizio docce e deposito bagagli
  • Distribuzione di generi di conforto con unità di strada
  • Servizio ambulatoriale in strada

G.     Servizi per immigrati.

  • Corsi di italiano
  • Laboratori di avviamento al lavoro
  • Corsi professionali
  • Consulenza nelle pratiche burocratiche
  • Orientamento ai servizi territoriali

H.     Azioni a sostegno della terza età.

  • Visite domiciliari e assistenza telefonica
  • Case di riposo
  • Soggiorni estivi
  • Centri accoglienza diurni
  • Attività di raccolta generi vari e finanziamento
  • Colletta alimentare
  • Lotta allo spreco e raccolta di generi alimentari da mercati e mense
  • Raccolta di farmaci
  • Mercatini e fiere
  • Produzione e vendita manufatti
  • Fundraising

SERVIZI SPECIALI O MIRATI

Per rispondere a particolari esigenze e a bisogni specifici del territorio in alcune realtà si sono costituiti gruppi che svolgono servizi indirizzati a soddisfare queste richieste. A solo titolo di esempio ne possiamo indicare alcuni:

  • Porta della solidarietà prima infanzia (Lombardia)
  • Centro Odontoiatrico Padre Menichelli (Roma)
  • Centro sociale Farnese (Roma)
  • Centro Arcobaleno (Trinitapoli BT)
  • Casa di riposo San Vincenzo de’ Paoli (Lecce)
  • Centro Santa Luisa de’ Marillac (Molfetta)